< Academy

La Saldatura Laser di Acciaio e Metalli: vantaggi e funzionamento

Saldatura Laser in una industria di componenti automobilistici

La saldatura laser è una tecnica in cui si sfrutta un raggio laser per unire diversi elementi metallici. La sorgente laser genera il calore sufficiente per unire tra loro i metalli e questo procedimento viene utilizzato in diversi ambiti, tra cui i settori: automotive, utensili, appliance, aerospaziale, navale, orafo, etc.

Nella saldatura Laser si uniscono due pezzi di uno stesso materiale senza utilizzare materiale d’apporto. Se invece si utilizza un legante per unire due pezzi, il processo prende il nome di brasatura.

I vantaggi della Saldatura Laser

Il laser permette di saldare tra loro i vari materiali metallici che possono essere uniti da una saldatura convenzionale, ma i vantaggi nell’utilizzare questa tecnica sono molteplici.

La saldatura laser risulta essere superiore sia per quanto riguarda la qualità del risultato finale, sia per la velocità di lavorazione, e dunque permette un gran risparmio anche a livello di costi.

La versatilità del laser gli permette di creare con la massima velocità delle saldature di dimensioni estremamente ridotte o saldature molto profonde.

Inoltre la saldatura laser permette di collegare materiali difficilmente saldabili con altri metodi, senza dover aggiungere materiale alla base su cui si opera. Aspetto che permette una grande pulizia nel risultato finale e favorisce la creazione di oggetti esteticamente piacevoli.

Tra i materiali adatti a la saldatura laser vi sono, tra gli altri:

  • acciaio temprato ed acciaio inox,
  • alluminio,
  • bronzo,
  • titanio,
  • rame.

Altro vantaggio della saldatura laser è che non sono necessari ulteriori trattamenti termici una volta completata la lavorazione, mantenendo dunque invariate le tolleranze e le geometrie del materiale impiegato.

Allo stesso tempo la saldatura laser è un processo delicato che, in caso di processo manuale,  richiede competenze adeguate da parte dell’operatore del sistema laser, che deve possedere un’ampia formazione che gli permetta di settare alla perfezione i macchinari e di allineare in maniera millimetrica gli elementi che si andranno a saldare.

Il laser però si presta a automazioni di processo molto spinte che possono evitare quasi totalmente i costi della manodopera e innalzare in maniera significativa la qualità e la ripetibilità di processo.

Primo piano Saldatrice Laser per Saldatura Laser Acciaio

Primo piano Saldatrice Laser per Saldatura Laser Acciaio

Come funziona la Saldatura Laser su Acciaio e Metalli

Il funzionamento della saldatura laser si basa sulla generazione di un raggio di luce coerente e focalizzato ad alta intensità che viene indirizzato su di un determinato punto.

In questo modo il raggio porta a fusione le due parti o materiali che si vogliono unire creando un giunto di saldatura netto, con un tratto pulito, sottile e resistente, il che costituisce un vantaggio in termini di qualità rispetto alla saldatura tradizionale.

La concentrazione di potenza del raggio laser è talmente elevata da riuscire a fondere i metalli in una frazione di secondo.

Le sorgenti laser maggiormente utilizzate per le operazioni di saldatura laser su acciaio e altri metalli sono:

  • fibra ottica,
  • laser CO2,
  • diodo laser,
  • laser a stato solido Nd:YAG.

Tutte queste tecnologie sono in continuo mutamento ed aggiornamento.

Il raggio laser trasferisce l’energia direttamente sugli atomi del metallo, per cui un fattore che l’operatore deve tenere in considerazione al momento di effettuare la saldatura laser manuale è la capacità del materiale di assorbire il raggio e la cosiddetta radiazione incidente.

Per approfondimenti leggere -> Tipi di Saldatura Laser: dalla saldatura a induzione al keyhole

< Indietro

Routa il dispositivo